EUROPA NEWS DEL 05.04.2018

OPPORTUNITÀ’ FINANZIAMENTI EUROPEI (clicca qui)

 

 

POLITICA DI COESIONE

Per la Commissione europea le condizionalità sullo Stato di diritto si dovrebbero applicare a tutte le politiche dell'UE

Martedì 27 marzo nell’ambito di uno scambio con i deputati della Commissione per lo sviluppo regionale (REGI) del Parlamento europeo, la Commissaria alla politica regionale e urbana ha riconosciuto il valore del nuovo criterio sulla condizionalità in relazione allo Stato di diritto e alla gestione della migrazione ma solo se quest’ultima sarà applicata a tutte le politiche europee. Fino ad ora, le condizionalità ex ante si riferivano solo al contesto economico e sociale; ora questo nuovo approccio sarà con molta probabilità inserito nel prossimo Quadro Finanziario Pluriennale (QFP). (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

Raggiunto l’accordo definitivo tra il Parlamento europeo e il Consiglio per la semplificazione delle norme che disciplinano i fondi strutturali e di investimento europei (fondi SIE)

Martedì 27 marzo, la Presidenza del Consiglio e i rappresentanti del Parlamento europeo hanno raggiunto un accordo interistituzionale definitivo sulla proposta omnibus sulla revisione di medio termine della legislazione sull’utilizzo dei fondi SIE. Le future regole europee entreranno in vigore in due fasi. I beneficiari potranno scegliere tra il metodo attuale, che consiste nel fornire la prova delle spese tramite l’emissione di fatture e un nuovo metodo (“pagamento per il risultato”), per cui i beneficiari e la Commissione concorderanno in anticipo il costo complessivo di un progetto. In questo modo l’Ue farà da “garante” alla buona riuscita di quest’ultimo. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

COMMERCIO ESTERO

Accordi di libero scambio fra UE, Australia e Nuova Zelanda: al via le trattative?

Fonti diplomatiche Bulgare sostengono che nel Consiglio Ue per il commercio, che si terrà a Bruxelles il prossimo 22 maggio, potrebbe avere la luce verde la raccomandazione presentata dalla Commissione Ue a settembre scorso, che autorizzerebbe l’avvio delle trattative per la definizione di accordi di Libero scambio fra Unione Europea, Australia e Nuova Zelanda. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

TURISMO

Stati membri contrari al visto turistico di breve durata rilasciato alle frontiere esterne

Il Consiglio dell'UE ha cominciato a discutere mercoledì 28 marzo le proposte della Commissione europea in materia di visti di ingresso. Durante questo primo scambio di opinioni, sembra che - secondo alcune fonti, in quanto l'incontro è avvenuto a porte chiuse - siano emerse forti perplessità in merito alla possibilità di rilasciare visti per soggiorni di breve durata, direttamente presso le frontiere esterne. Accoglienza molto più positiva invece rispetto all'altro aspetto della riforma, vale a dire il legame tra la concessione di visti e gli sforzi dei paesi terzi nel riammettere i propri cittadini irregolarmente presenti in Europa. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.)

 

SISTEMI DI PAGAMENTO

Commissione europea: sempre meno costi per i pagamenti transfrontalieri in euro

Mercoledì 28 marzo la Commissione ha presentato una proposta di modifica del regolamento (924/2009) sui pagamenti transfrontalieri. Essa prevede che, nel 2019, i pagamenti transfrontalieri in euro saranno equiparati al trasferimento nazionale ovunque nell'Unione europea. I risparmi per i consumatori europei sono stati stimati in 1 miliardo di euro all'anno. (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) 

Ultima modifica ilMercoledì, 11 Aprile 2018 14:15
Altro in questa categoria: « EUROPA NEWS DEL 29.03.2018