I migliori concept-store al mondo/10

Oggi voliamo fino in Giappone, dove spesso le novità arrivano prima in fatto di marketing e commercio, per scoprire un concept store che è riuscito nel doppio intento di riqualificare un’area urbana e creare un punto vendita originale e frequentatissimo.
Si tratta di The Pool ad Ayoama, quartiere all’ultimo grido della capitale nipponica, che, come suggerisce il nome, è stato creato all’interno di una vecchia piscina comunale costruita negli anni ’70 e successivamente abbandonata.
All’interno del distretto più trendy di Tokyo, sorge dunque questo negozio di accessori, abbigliamento, street-wear e oggettistica più disparata, ideato dal designer, musicista e produttore Hiroshi Fujiwara.



Le vasche della piscina sono state chiuse da lastre di vetro sulle quali è possibile camminare, che hanno permesso di mantenere l’aspetto originale dell’ambiente.
Lo stesso si può dire delle porte degli spogliatoi originali e degli oggetti tipici delle piscine (galleggianti, sdraio, ripiani antiscivolo) recuperati con usi nuovi e adattati allo store.
All’interno del negozio è stata allestita anche una mostra sulla storia dello street-wear che raccoglieva jeans, giacche, cappelli e t-shirt degli anni passati. Per l’occasione è nata anche la capsule-collection “Once in a Lifetime” disponibile anche per l’acquisto online.



The Pool ha anche un caffè che offre toast gourmet di ogni tipo (anche dolci) e un negozio di fiori costruito in stile serra.
Purtroppo l’idea originale era quella di un temporary-store e la chiusura è prevista entro il 2016, ma ancora non è stato comunicato nulla in proposito dal retailer.